0

Il Panbruttone

16426021_10210962146863932_6353631480467493168_nAvete presente quando non potete mangiare nè glutine, nè latticini e tutti vi scherzano e tutti si burlano e voi non sapete più che cavolo mangiare?
Ecco, in onore di chi come me ha questo annoso problema, ho creato una semplicissima ricetta per un dolce #glutenfree e #milkfree
La forma è quella del pandolce genovese a me tanto caro, il contenuto ora ve lo racconto…
Let’s start!

INGREDIENTI
120 g di farina di castagne
100 g di farina di riso
50 g di zucchero mascobado (se non lo avete usate lo zucchero di canna ma il sapore sarà diverso)
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva o di olio di cocco
3 uova
90 g tra: pinoli, finocchietto, zenzero candito, uvetta, prugne secche (o altri canditi/frutta secca che vi piacciono di più)
Latte vegetale (io uso quello di mandorla o di riso) quanto basta

Accendete il forno a 180 gradi.
Prendete le uova e sbattetele in una terrina. Aggiungete lo zucchero, le farine, l’olio ed un pochino di latte vegetale, fino a creare un impasto nè troppo solido, nè troppo liquido. Aggiungete il mix di canditi e girate.
Prendete una teglia piccola, rotonda e copritela con della carta da forno.
Rovesciate al suo interno l’impasto, dando una forma circolare (vedi foto).
Mettete in forno e fate cuocere per circa 25 minuti (controllate che sia cotto con lo stuzzicadenti).
Ricordate la dose di amore necessaria ed il gioco è fatto!

Si accompagna bene alle tisane, ricoperto anche di miele o di marmellata.
Buon appetito!
ila

16427270_10210964173954608_8279906359861013759_n

1

Schiacciarelle di lenticchie

Ve lo dico subito: dovevano essere polpette. Ma dopo attenta riflessione ed esperienza diretta, posso affermare che non ci frega niente della forma, basta che siano buone (e fatte con aMMMore come sempre). Quindi sono nate le SCHIACCIARELLE (evviva evviva!).

INGREDIENTI per 2:
100 g di lenticchie esiccate
3 piccole patate viola (o una grossa patata normale)
olio
una fetta di pane da mettere in ammollo in un cucchiaio di latte (o acqua)
sale qb
pan grattato qb
prezzemolo
uno spicchio d’aglio

12195984_10207155824708257_7113912211083924605_n
(nella foto ci sono anche una fetta di pane e degli involtini di verza ripiena 🙂 )

PREPARAZIONE
Fate rinvenire le lenticchie in acqua salata bollente. Quando sono quasi pronte inserite anche le patate preventivamente pelate e tagliate a fettine.
Prendete la fetta di pane e lasciatela in ammollo con un cucchiaino di latte o acqua (se il latte lo avete finito a colazione o se non potete berlo).
Quando le lenticchie e le patate sono pronte scolatele, preparate un soffritto con olio e aglio e saltate le lenticchie. Aggiungete il prezzemolo.
Prendete il tutto e frullatelo.
Aggiungete un cucchiaio di pan grattato ed il pane ammollato.
Frullate again.
Accendete il forno a 180 gradi, prendete una teglia e copritela con la carta da forno.
Poi ricoprite la carta da forno con un po’ di pan grattato.
Siccome il composto di lenticchie risulterà appiccicoso come un cane affamato, vi consiglio di usare un cucchiaio per dare la forma-informe alle nostre belle schiacciarelle.
Calcolate quindi la quantità di un cucchiaio pieno, per ogni schiacciarella.
Prendete le schiacciarelle e ponetele delicatamente sulla teglia. Una volta fatto, cospargetele di pan grattato.
Infornate per una ventina di minuti.
Una volta pronte e sfornate, fatele saltare nella padella del soffritto per qualche minuto.
Il giuoco è fatto.

CONSIGLIO:
Vi suggerisco di preparare anche una salsina da accompagnare alle schiacciarelle, che come potete immaginare risulteranno un poco asciutte.
Potreste ad esempio farne una con yogurt bianco (non dolce) e senape.

NB: Ricordate di non far mancare una dose d’amore. Le lenticchie vi amano 🙂
Buona pappa!

Ila

0

Love kitchen: Penne alla pippoppero

Dopo una discreta assenza dai fornelli e dal blog, torno con una ricettina semplice e salutare.
Lo ammetto, il nome è tremendo, ma mi è venuto spontaneo e quindi chissene, ce lo teniamo così.
Ecco quindi a voi le Penne alla pippoppero. 🙂
penne

INGREDIENTI PER DUE

160 GR DI PENNE INTEGRALI
50 GR DI FAGIOLINI BIANCHI (CORNETTI)
1 CONFEZIONE DI PANNA DI SOIA
PASSATA DI POMODORO (3 CUCCHIAI ABBONDANTI)
CIPOLLA
AGLIO
1 CUCCHIAINO DI CURCUMA
PEPE

PREPARAZIONE

Devo fare subito una premessa: se i fagiolini sono molto buoni (assaggiateli crudi) li possiamo usare così come sono e buttarli in padella crudi, altrimenti scottateli.
Fatto ciò, prendete una padella antiaderente grande e fate un bel soffritto di olio extra vergine, 2 spicchi d’aglio e un po’ di cipolla (io ho usato quella rossa).
Inserite un cucchiaino di curcuma e fatelo ben sciogliere nell’olio.

A questo punto potete inserire i fagiolini precedentemente tagliati a pezzetti. Fateli saltare.
Aggiungete mezza confezione di panna di soia e mescolate; poi aggiungete anche 3 cucchiai di salsa di pomodoro (io uso rigorosamente la Mutti).

Nel frattempo avrete messo l’acqua della pasta a bollire.
Quando la pasta sarà pronta, scolatela e poi incorporatela nella padella con il vostro sughetto e fatela saltare.
Impiattate e spolverate con il pepe macinato.
Il piatto è pronto.

Mi raccomando di non dimenticare la solita dose di inmancabile amore!
Love
ila

0

Love kitchen: Penne alla rustica

Ciao a tutti!
L’estate sta finendo (come cantavano i Righeira) e questo tempo plumbeo domenicale mi ha ispirato uan ricetta sfiziosa e particolare. Non è una ricetta semplice e veloce, ma nemmeno troppo complicata. Diciamo che ci sono molti passaggi ma se vi organizzate bene non risulterà poi troppo difficile.
Si tratta di penne integrali condite con un sughetto di gorgonzola e bietole, guarnite con cipolle caramellate, pomodorini e una spruzzata di pepe.
Innanzi tutto cominciamo con gli ingredienti, rigorosamente per due persone.

1229871_10201256019656818_1141684353_n

INGREDIENTI X 2 PERSONE

160 GR DI PASTA INTEGRALE
QUALCHE POMODORINO (PACHINO O CILIEGINO)
1 BIETOLA
MEZZO DADO VEGETALE
GORGONZOLA (IO HO USATO CIRCA 1/3 DI GORGONZOLA GIM)
CIPOLLA
OLIO
ACETO
ZUCCHERO
SALE
UNO SPICCHIO D’AGLIO
SALSA DI SENAPE (SOLO SE VI PIACE)

PREPARAZIONE
La preparazione di questo piatto è suddivisa in diverse parti da seguire rigorosamente in questo ordine:

Prendete una cipolla, tagliatela a metà e dalla parte centrale affettatene 4 fettine. Prendete una padella, riempitela di olio, un cucchiaino di zucchero e mettetela a cuocere. Inserite le cipolle e cuocete a fuoco lento fino a che non diventano marroncine chiare (circa 20/30 minuti).

Mentre le cipolle si cuociono, lavate le bietole e tagliatele a pezzettini, lasciando la parte verde della foglia in pezzi più larghi e il gambo in cubetti. Preparate una casseruola con acqua salata e mettetele a cuocere finchè i gambi non risulteranno croccanti ma già morbidi.

Dopo aver messo a cuocere le bietole, preparate l’acqua salata per la pasta e mettetela a cuocere.

Prendete i pomodorini e tagliateli a pezzettini piccoli.

Quando le bietole sono pronte, scolatele SENZA buttare l’acqua di cottura.
Prendete una padella capiente, fate un leggero soffritto con molto olio e uno spicchio d’aglio. Inserite il dado vegetale e scioglietelo con un po’ di acqua di cottura. Inserite le bietole e fatele rosolare. A quel punto incorporate il gorgonzola (io ho usato il GIM perchè è molto liquido e quindi si scioglie meglio) e versateci sopra un mestolo di acqua di cottura delle bietole. Mescolate.
Ripetete l’operazione in modo che rimanga sempre un po’ di sughino nella padella. Se vi piace, aggiungete una punta di salsa di senape e continuate a mescolare.

Scolate la pasta che nel frattempo si sarà cotta e incorporatela nella padella con le bietole. Fate saltare le penne sempre facendo in modo che non si asciughino, aggiungendo eventualmente altra acqua di cottura.

Tornate dalle amiche cipolle che nel frattempo si saranno caramellate a puntino e bagnatele appena con aceto. Spegnete dopo un minuto e scolate le cipolle.

Impiattate le penne, copritele con diverse stricioline di cipolla, poi aggiungete i pomodorini ed una spruzzata di pepe.
Ricordatevi l’amore necessario per la cottura, ed il gioco è fatto!
Buon appetito e molto LOVE!

Ila

0

Love kitchen: Riso basmati al lime e pollo alla curcuma

Ciao a tutti!
Oggi pomeriggio ho visto Junior Masterchef Australia, la trasmissione culinaria dove dei bambini BRAVISSIMI si sfidano in cucina. Trovo sempre stimolante vedere altri che cucinano, soprattutto (ovviamente) se lo fanno con passione e con amore.
E quindi stasera ho cucinato con un po’ di “carica” in più e mi è uscito un piatto inaspettato!
Ecco per voi la ricettina.

riso lime

INGREDIENTI (X 2 PERSONE)

100 GR RISO BASMATI
1 LIME
3 FOGLIE DI BASILICO
POMODORI DATTERINI O PACHINO
OLIO
30 GR DI BURRO (CIRCA)
1 CUCCHIAIO DI CURCUMA
POLPA DI POMODORO (MEZZO BICCHIERE)
3 OLIVE VERDI
PEPE IN POLVERE
PEPERONCINO IN POLVERE
2 SPICCHI D’AGLIO
CIPOLLA
2 BELLE FETTE DI POLLO

PREPARAZIONE
Premessa: l’impiattamento della foto e delle indicazioni che vi darò dopo è per una sola persona.

Innanzi tutto mettete a cuocere l’acqua salata per il riso.
Poi prendete il pollo e tagliatelo a pezzetti.
Prendete una padella antiaderente e versateci mezzo bicchiere d’acqua. Mettetela sul fuoco ed aggiungete il burro, l’aglio (tagliato precedentemente a metà) e un po’ di cipolla tagliata a pezzetti.
Dopo un minuto incorporate la polpa di pomodoro e la curcuma e mescolate.
Incorporate il pollo e girate ogni tanto. Aggiungete il peperoncino. Cuocete fino a quando il pollo sarà cotto, stando attenti che si crei un sughino non troppo denso. Eventualmente aggiungete altra acqua durante la cottura.
Appena prima di spegnere e servire, aggiungete un cucchiaio di succo di lime.

Nel frattempo il riso si sarà cotto: prendete un coppa pasta, posatelo sul piatto e riempitelo di riso (come dicevo prima, corrisponde ad una porzione). Conditelo con un filo d’olio ed un cucchiaio di succo di lime.
Coprite il riso con qualche pezzetto di pomodoro, le olive ed il basilico, che avrete tagliato in precedenza.
Spolverate col pepe.
Et voilà! Il piatto è pronto!

BUON APPETITO!!!
Ricordo la solita dose di amore

0

Love kitchen: grano estivo

Finalmente (per qualcuno…) è arrivata l’estate, e quindi oggi vi voglio dare questa ricetta fresca, fresca. Ben inteso che va bene anche calda, per l’inverno.

grano estivo

INGREDIENTI (per 2 persone)

120 gr. DI GRANO SARACENO
1 ZUCCHINA
10 OLIVE VERDI
PREZZEMOLO FRESCO
SUCCO DI MEZZO LIMONE
PEPE
MEZZO SPICCHIO D’AGLIO
UNA SCATOLETTA DI TONNO SOTTOLIO
100 GR. D’AMORE FRESCO

PREPARAZIONE
Innanzi tutto prendete una pentola e mettete a cuocere l’acqua per il grano saraceno. Salatela.
Prendete la zucchina e tagliatela a rondelle sottili ma non troppo.
Dopodichè piazzate le vostre belle olive sul tagliere, insieme all’aglio ed al prezzemolo e cominciate a tritarle finemente col coltello (se siete pigri, frullate il tutto).
Quando il grano sarà cotto, scolatelo e fatelo raffreddare. Incorporate le zucchine, il tritato di olive, aggiungete il tonno, il succo di l imone ed un pizzico di pepe. Mescolate aggiungendo olio extra vergine d’oliva. Se vi piace, spolverate con del pecorino stagionato!
Il piatto è pronto!

Buon appetito!
Ila ❤

0

Love Kitchen: Risotto agli asparagi e pecorino

riso

Si è Maggio, quasi Giugno, ma ci siamo accorti tutti che il tempo metereologico fuori sembra quello di Ottobre…
E quindi perchè non scaldarsi con un buon risottino?
Il risotto, si sa, è lungo da fare, quindi armatevi di pazienza.
AVVERTENZA: questa NON è una ricetta adatta ai pigri in cucina 🙂

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

RISO PER RISOTTI
1 DADO DA BRODO
1 MAZZETTO DI ASPARAGI FRESCHI (500 GR)
MEZZA CIPOLLA
BURRO
VINO BIANCO (O MARTINI DRY)
UN CUCCHIAIO DI PANNA DA CUCINA
PECORINO SARDO STAGIONATO
GRANA
OLIO

PREPARAZIONE
Intanto come sempre vi ricordo di mettervi in condizione “love mode-on”, altrimenti il risultato non sarà dei migliori.
Se avete avuto una giornata pessima ed il vostro umore tende al nero, o ve lo fate passare o lasciate perdere.

Per prima cosa prendete una pentola, versateci dell’acqua, un cucchiaino di sale e mettete a bollire i vostri fantastici asparagi, ai quali avrete tagliato, se necessario, soltando la fine del gambo (in caso fosse un po’ rovinato, come spesso accade).
Quando gli asparagi saranno cotti, toglieteli dall’acqua CHE NON DOVETE ASSOLUTAMENTE BUTTARE, fateli raffreddare e poi tagliateli a metà: le punte (circa 3/4 cm) che taglierete in pezzetti e che userete dopo, da unire al risotto durante la cottura, ed i gambi, che dovrete frullare nel vostro splendente frullatore.

A questo punto aggiungete un dado per il brodo alla vostra acqua di cottura degli asparagi e rimettete a cuocere, per spegnere quando il brodo sarà pronto.
Tagliate la cipolla a pezzettini.
Prendete una padella capiente o una pentola, antiaderenti, fate il soffritto con un po’ d’olio e una noce di burro e incorporate la cipolla.
A soffritto pronto incorporate il riso, girate con un mestolo di legno e fatelo tostare. Sfumate con il vino bianco.
A questo punto iniziate gradualmente ad aggiungere il brodo, mestolo dopo mestolo, continuando a girare, ricordandovi di aggiungere il brodo solo quando si è assorbito quello precedente.
Dopo qualche minuto aggiungete la purea di asparagi frullati.
Circa a metà cottura aggiungete le punte di asparagi.
Quando il risotto è quasi cotto, aggiungete circa 30/40 gr di burro, un cucchiaio di panna, il pecorino ed il grana precedentemente grattati (circa mezzo bicchiere, poi vedete a seconda dei gusti e della qualità del formaggio), continuando a girare.
Quando sarà pronto spegnete il fuoco e lasciate mantecare qualche minuto.

ED ECCO UN RISOTTO BUONISSSSSSSIMO!
Buona pappa!

Ila ❤

0

Love Kitchen: Le tagliatelle del vecchio

Qualche anno fa io ed il mio compagno siamo stati in un ristorante/osteria in un pasino minuscolo in provincia di Piacenza, dove non sapevo cosa ordinare per cena, essendo vegetariana e non essendoci scritti gli ingredienti sul menù. Chiesi quindi al “vecchio” (per l’appunto un vecchio signore panzuto, dai baffoni bianchi e il forte aZento piaZentino) cosa potessi mangiare. Lui disse un laconico “Zi penso io”, e dopo una mezzora mi servì un piattone di tagliatelle naviganti in un lago di un sughetto misterioso.


vecchio

Mi misi ad analizzarne il gusto (ottimo) per capirne gli ingredienti e, tornata a casa, decisi di ricreare il piatto. Negli anni successivi tornammo dal vecchio e sentii che il sapore era diverso e che (giuro) fosse migliore la mia ricetta. Lui non volle dirmi il contenuto, ma facemmo un patto: se fossi tornata l’anno seguente mi avrebbe svelato i contenuti.
Quindi l’estate scorsa siamo tornati e dopo pressioni varie mi disse che gli ingredienti fossero proprio quelli che avevo detto io, ma senza aglio.

Bene, a questo punto ormai avevo preparato mille volte a tutti gli amici le “Taglietelle del vecchio” e quindi il nome rimase.
Vi dico anche un segreto: questa ricetta è solo per gli amanti dell’aglio ANCHE PER CHI NON LO DIGERISCE nemmeno sotto tortura 🙂 Non ho ben capito quale sia la magia che lo permette (forse la panna) ma è una ricetta digeribilissssssima.

Stasera parlando con un’amica pigra in cucina 😉 ho pensato di creare delle ricette veloci per persone pigre. Questa è la prima!

tagliatelle

Veniamo dunque agli ingredienti per 4 persone:

5 SPICCHI D’AGLIO (lasciatene 4 se la ricetta è per due, non meno di 4)
TAGLIATELLE (o altra pasta lunga)
UNA CONFEZIONE DI PANNA DA CUCINA
LATTE
BURRO
POLPA DI POMODORO (possibilmente Mutti)
PEPERONCINO IN POLVERE

PREPARAZIONE
La preparazione è velocissima.
Prima di tutto mettete una pentola con l’acqua per cuocere le tagliatelle. Salatela.
In una padella larga mettete il burro (due cucchiai circa) ed inserite i 5 spicchi d’aglio tagliati a metà.
Lasciate rolosare per circa 30 secondi e poi incorporate la panna. Fatela sciogliere a fuoco lento girandola per circa 1 minuto, poi aggiungete 4 cucchiai di polpa di pomodoro (il composto deve risultare rosa. Aggiungere la polpa a piacimento) e girare.
Nel frattempo l’acqua avrà cominciato a bollire e potete quindi incorporare le tagliatelle.
Continuate a girare il sugo aggiungendo pochissimo latte (1 cucciaio circa) facendo attenzione che il sugo non sia troppo asciutto. Aggiungete il peperoncino (a piacimento).
Quando pronte, scolate le tagliatelle e incorporatele nella padella, facendole saltare.
Spolverate con del grana ed il piatto è pronto!
Non dimenticate l’ingrediente fondamentale, ossia l’AMORE!

Buon appetito!