LOVE KITCHEN: Torta di zucca alla sestrese

Prima puntata di Love kitchen, una nuova rubrica di cucina che si basa sulle mie ricette ed un magico ingrediente, che non può assolutamente mancare se volete fare dei piatti davvero buoni: L’AMORE!

LA TORTA DI ZUCCA ALLA SESTRESE
C’era una volta una nonna di Sestri Ponente (GE) che  amava molto cucinare per la sua famiglia ed ogni tanto preparava quella che chiamava “farinata di zucca”. In realtà trattasi di torta salata di zucca, ma noi in famiglia la chiamiamo così.
A distanza di tanti anni ho pensato di raccontarvi la ricetta di questa buonissima torta, dove l’ingrediente principale è l’amore.

421787_10200134621142556_1205462671_n

Ve lo dico subito: la sfoglia non la faccio. La Buitoni ne fa diverse e decisamente buone, quindi vi consiglio di comprare quelle (la brisè è la più indicata, ma anche quella normale rotonda va benissimo.) che così risparmiate tempo (che il tempo manca sempre a tutti, e se si vuole cucinare con amore bisogna farlo senza fretta).
Vediamo dunque gli ingredienti per il ripieno (si chiama ripieno? credo di no ma avete capito):

1 KG DI ZUCCA
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
2 CUCCHIAI DI POLENTA
3 CUCCHIAI DI GRANA (PARMIGIANO)
3 CUCCHIAI D’OLIO PER L’IMPASTO
2 CUCCHIAI D’OLIO DA SPARGERE SOPRA
ORIGANO
UN PAIO DI PIZZICHI DI SALE
AMORE A VOLONTA’

PREPARAZIONE

Per prima cosa tirate fuori dal frigo la sfoglia e mettetela in una teglia rotonda. Ditele che tornerete presto da lei, che non disperi, ed accendete il forno a 200 gradi.
Prendete la zucca, pulitela e tagliatela a pezzi.
Cuocetela al vapore fino a chè diventa morbida.
Scolatela per bene, possibilmente in un colino cinese, e schiacciatela per fare uscire tutta l’acqua.
Mettetela in una ciotolona per preparare il contenuto della nostra torta e schiacciatela per farla diventare una purea.
Incorporate tutti gli ingredienti mescolando.
L’origano che va dentro dev’essere poco, circa un cucchiaio (poi va a gusti).
Quando è pronta, tornate dalla vostra teglia sola e abbandonata a se stessa e versate il tutto dentro la sfoglia. Lisciate un pochino per farla diventare uniforme, poi spargete ancora un pochino di origano e bagnate con altro olio (anche qui va a gusti, se vi sembrerà troppo, la prossima volta mettetene di meno 😉 )

INFORNATE!
La cottura dipende dalla sfoglia che scegliete.
Diciamo tra i 20 minuti e i 40 minuti. Dovete semplicemente controllare la cottura ogni tanto, finchè la sfoglia sia ben cotta!
Sfornatela e buon appetito!!! 🙂

ila ❤

Annunci
0

Il video di “O çê”, il contest e Love Kitchen

E’ con immenso piacere che oggi pubblico il video della canzone O çê, scritta a quattro mani da me e il cantante italo-brasiliano Franco Cava. Una specie di favola, mezza in genovese e mezza in portoghese.
Il video è stato tutto disegnato da me e girato in stop motion, con l’aiuto di Francesca Garavelli 🙂

Su facebook è anche cominciato un “contest” al quale possono partecipare tutti gli utenti.:

1- Vai sulla pagina facebook di ila&the happy trees e clicca “mi piace” www.facebook.com/ila.singer
2- condividi il nuovo video di “O çê” sulla tua pagina (lo trovi sulla pagina di cui sopra)

il 1° MARZO verranno estratti a sorte 2 cd, 6 segnalibri (2 x vincitore) e 6 spille (2 x vincitore) di ila & the happy trees.
(Chi fosse già in possesso di una copia di Believe it potrà scegliere tra gli altri dischi).

E poi, visto il mio ultimo amore per la cucina, ho pensato di aprire una “rubrica” con le mie ricette.
Un appuntamento mensile per chi ha voglia di sbizzarrirsi ai fornelli, ma con una piccola “clausola”, cioè cucinare con amore! La rubrica si chiamerà infatti “LOVE KITCHEN“, dove l’ingrediente principale è appunto l’amore.

Un abbraccio a tutti
ila

0

Se ce la faccio io, potete farcela anche voi…

Bidonare.
Paccare.
Lasciare in 13.
In sostanza: annullare un appuntamento all’ultimo minuto.
Non so più quanti “scusa ma sto male e non potrò esserci” ho detto in questi ultimi anni, quanti bidoni ho dato alle persone che ho intorno. (E quanti ancora ne dovrò dare, amici perdonatemi)

Sì perchè ho la fibromialgia, che per farla breve è una “sindrome” reumatica che ti incasina tutto il corpo ed il cervello abbassando la soglia del dolore. Ad ognuno prende in modo diverso.
Io soffro di mal di testa ormai quotidiani (una volta segnavo sul calendario i giorni di mal di testa, ora segno quelli in cui non ce l’ho…), dolori alla schiena (perennemente bloccata), insonnia, problemi di concentrazione e memoria ed altre mille menate.

E quel che succede è fondamentalmente che non puoi più fare la vita di prima, non puoi assolutamente continuare a pensare di avere le stesse possibilità. Ti ritrovi a non riuscire a fare un sacco di cose, a non scendere dal letto, a non poter nemmeno leggere perchè la testa esplode.
Ogni volta che faccio un concerto ho il terrore di star male e far saltare la data, e so già che il giorno dopo lo passerò sul divano con un senso di morte addosso…
E ci si abbacchia parecchio. Si soffre anche di depressione ed ansia.
Per fortuna ho scacciato l’ansia e non so cosa sia la depressione, ma è dura. Per te e per quelli che hai intorno.


Ma
a tutto questo bel discorso da spararsi nelle palle c’è un “però“.
Quelli che mi conoscono (e molti non sanno o non sapevano di questa fibromialgia) mi dicono “Ma come fai a fare così tante cose?
Ecco, il punto è proprio questo: le faccio. Non perchè io sia migliore degli altri, ma semplicemente perchè CI PROVO!
Faccio mille cose e ne invento sempre di nuove NONOSTANTE stia di merda la maggior parte del tempo. Certo adesso, a differenza di 10 anni fa, devo dosare tempi ed energie, non sto dicendo che sia facile, dico solo CHE SI PUO’ FARE!
E SE CE LA FACCIO IO CHE STO NA CHIAVICA, CE LA POSSONO FARE TUTTI!!!

Parlo di tutti TUTTI.
Parlo soprattutto a quelli SANI.
Non restatevene imbrigliati in scuse che vi mettete da soli o lasciate che gli altri vi mettano.
Non pensate mai di non farcela, nè che non ne valga la pena.
Non lasciate che la vita vi passi davanti senza aver tentato tutto.
Se avete un sogno inseguitelo.
Se non avete mai provato una cosa, PROVATELA!
Assaggiate nuovi sapori.
Provate a fare qualcosa che vi incuriosisce.
Viaggiate ed aprite la mente al mondo bellissimo che abbiamo intorno.
Sforzatevi di scoprire la bellezza che sta nelle diversità, nelle differenze che normalmente ci allontanano ma che ci dovrebbero unire.
E non vi dirò che la vita è troppo breve, visto che credo nella reincarnazione 🙂 ma a prescindere dal tempo che abbiamo a disposizione e a prescindere dalle vite che potremo mai vivere, NOI SIAMO QUI E SIAMO VIVI e questo è FICHISSIMO!

Nonostante i momenti bui, le disgrazie che capitano a tutti prima o poi, nonostante ci sia sempre qualche difficoltà, FREGATEVENE, cogliete ogni opportunità e siate padroni di voi stessi e della vostra vita, fate le cose con amore, AMATEVI, portate nel mondo qualcosa di bello.
E quando pensate di non farcela ricordatevi che TUTTI ce la possono fare!
Se ce la faccio io, ce la potete fare anche voi! 🙂

Molto amore per tutti voi ^^

ila

602980_4815990111927_1195022028_n